Si è svolta nei giorni scorsi la festa dell’ambasciata della Repubblica Democratica dell’Azerbaijan, presso l’hotel Excelsior di via Veneto a Roma. Ogni anno, in questo periodo, si ricorda la nascita della Repubblica Indipendente dell’Azerbaijan (98 anni fa). Tra i presenti molte personalità del mondo azero e italiano. Ad aprire la serata con il discorso di benvenuto l’ambasciatore Mammad Ahmadzada. 20160525_193349“L’Italia – ha dichiarato l’ambasciatore durante il suo breve intervento – è il primo partner commerciale dell’Azerbaijan ed è il ponte che permette ottime relazioni tra la nostra repubblica e l’Europa. Molto forti e presenti sono le iniziative culturali e umanitarie che stiamo portando avanti in Azerbaijan e anche qui in Italia attraverso l’ambasciata. Vi ringrazio per essere presenti oggi in un giorno così importante per ricordare l’anniversario della nascita della repubblica azera. 20160525_193030Il 28 maggio 1918 per la prima volta nell’Oriente musulmano venne proclamata una repubblica indipendente. Durò solo 23 mesi ma nel 1991 finalmente divenne stabile e definitiva ed è quella che oggi vogliamo ricordare”. Tra gli altri anche il Sottosegretario di Stato al Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Italiana, il Senatore Benedetto Della Vedova, la Vicepresidente del Senato, la Senatrice Linda Lanzillotta e il Senatore Sergio Divina, Presidente dell’Associazione Interparlamente amici dell’Azerbaijan, gli onorevoli Renato Brunetta e Pier Ferdinando Casini, il cantante Al Bano Carrisi. Il prof. Angelo Todaro, presidente Todaro Group, ha commentato così l’evento: “Grazie alla cordialità del nuovo ambasciatore e grazie alle grandi opportunità che offre la Repubblica dell’Azerbaijan siamo sicuri e fiduciosi di poter stabilire rapporti proficui al fine di creare collegamenti imprenditoriali con questo paese”.  20160525_192926

Erano circa 300 le persone presenti alla festa che hanno salutato l’arrivo dell’ambasciatore, da poco insediato, e hanno voluto omaggiare il lavoro che l’Azerbaijan sta portando avanti.

NESSUN COMMENTO

Lascia un commento