“Rilevo – commenta il prof. Angelo Todaro nel suo pensiero di oggi odmenica 19 novembre 2017 –  come penso tanti altri amici ed osservatori , come i pubblici decisori e tutti coloro che si erigono alla gestione della cosa pubblica non diano il giusto rilievo alla mostruosità del debito pubblico italiano , arrivato a 2290 miliardi di euro , con un aumento , da quattro anni a questa parte , di oltre 210 miliardi di euro . Mi pare evidente che questo debito non verrà mai pagato , nemmeno fra qualche secolo .
Ora mi chiedo – conclude –  e vi chiedo quale futuro attende le generazioni più giovani , con un fardello del genere ?
Personalmente , temo che le mie paure siano fondate e che passeremo questa croce ai nostri figli e nipoti , “ che non dimentichiamolo “ ha origini nella prima Repubblica .”

NESSUN COMMENTO

Lascia un commento